Dessert

MADELEINES AL MIELE D’ARANCIO

Una sera d’inverno, appena rincasato, mia madre accorgendosi che avevo freddo, mi propose di prendere, contro la mia abitudine, un po’ di tè. Dapprima rifiutai, poi, non so perché, mutai parere. Mandò a prendere uno di quei dolci corti e paffuti, chiamati maddalene, che sembrano lo stampo della valva scanalata di una conchiglia di San Giacomo. E poco dopo, sentendomi triste per la giornata cupa e la prospettiva di un domani doloroso, portai macchinalmente alle labbra un cucchiaino del tè nel quale avevo lasciato inzuppare un pezzetto della maddalena. Ma appena la sorsata mescolata alle briciole del pasticcino toccò il mio palato, trasalii, attento al fenomeno straordinario che si svolgeva in me. Un delizioso piacere m’aveva invaso, isolato, senza nozione di causa. E subito, m’aveva reso indifferenti le vicessitudini, inoffensivi i rovesci, illusoria la brevità della vita…non mi sentivo più mediocre, contingente, mortale. Da dove m’era potuta venire quella gioia violenta ? Sentivo che era connessa col gusto del tè e della maddalena. Ma lo superava infinitamente, non doveva essere della stessa natura. Da dove veniva ? Che senso aveva ? Dove fermarla ? Bevo una seconda sorsata, non ci trovo più nulla della prima, una terza che mi porta ancor meno della seconda. E tempo di smettere, la virtù della bevanda sembra diminuire. E’ chiaro che la verità che cerco non è in essa, ma in me. E’ stata lei a risvegliarla, ma non la conosce, e non può far altro che ripetere indefinitivamente, con la forza sempre crescente, quella medesima testimonianza che non so interpretare e che vorrei almeno essere in grado di richiederle e ritrovare intatta, a mia disposizione ( e proprio ora ), per uno schiarimento decisivo. Depongo la tazza e mi volgo al mio spirito. Tocca a lui trovare la verità…retrocedo mentalmente all’istante in cui ho preso la prima cucchiaiata di tè. Ritrovo il medesimo stato, senza alcuna nuova chiarezza. Chiedo al mio spirito uno sforzo di più…ma mi accorgo della fatica del mio spirito che non riesce; allora lo obbligo a prendersi quella distrazione che gli rifiutavo, a pensare ad altro, a rimettersi in forze prima di un supremo tentativo. Poi, per la seconda volta, fatto il vuoto davanti a lui, gli rimetto innanzi il sapore ancora recente di quella prima sorsata e sento in me il trasalimento di qualcosa che si sposta, che vorrebbe salire, che si è disormeggiato da una grande profondità; non so cosa sia, ma sale, lentamente; avverto la resistenza e odo il rumore degli spazi percorsi…All’improvviso il ricordo è davanti a me. Il gusto era quello del pezzetto di maddalena che a Combray, la domenica mattina, quando andavo a darle il buongiorno in camera sua, zia Leonia mi offriva dopo averlo inzuppato nel suo infuso di tè o di tiglio….” (Marcel Proust, Dalla parte di Swann)

Preferisco donarvi queste righe meravigliose, piuttosto che scrivervi una ricetta, anche perchè oggi ho voluto testare la ricetta di Chiara Selenati, trovata nel suo blog ‘That’s amore!’

Vi occorrono solamente gli stampini adatti e avrete un’ottima soluzione per la vostra colazione o la vostra merenda o anche solamente per… riportare alla mente una persona cara!

Madeleines profumate al miele di arancio, zeste di mandarino e cannella

what do you think?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Polipo alla Gilbert. Che non è quello che ha scoperto la pitiriasi, bensì il mio personal chef del mare. Questa sera POLIPO ALLA GRIGLIA CON POMODORI IN CONCASSE', PESTO ALLE ERBE E MANDORLE CON SALSA AL MANGO Da sposare vero? Già fatto. #polipoallagilbert #pestoalleerbeemandorle #salsaalmango #personalchef #maritochef #chebenenonfarniente #mare #dituttounpo #tuttasostanza #soulkitchen
  • Visita guidata all'Art Park di Verzegnis, Udine, Carnia. Sessione yoga all'aperto. Cena a buffet rossa e vegetariana con i prodotti slow food. Non trovate che sia una meravigliosa iniziativa?😜😜😜🙏🙏🙏 #redyogafood #artparkverzegnis #rossorelativo #chakrarosso #rossobuffet #yogaciboarte #slowfood #condottagiannicosetti #dituttounpo #soulkitchen #tuttasostanza
  • Non so per quale sconosciuta ragione dovreste seguire i consigli del mio predicozzo finale... Siete stati i miei primi e forse anche ultimi allievi di prima formazione, forse non sono stata adatta come prof, forse non vi ho insegnato abbastanza o abbastanza bene, boh... La verità è che io mi sono sempre sentita una di voi. Pure a me a scuola dicevano 'Puo' fare di più', pure a me dicevano 'Si distrae facilmente', 'Disturba i compagni', quindi so di cosa si tratta. E so anche che in ognuno di voi c'è qualcosa di bello, qualcosa da proteggere, che vi distinguerà. L'importante è scoprirlo e svilupparlo e non permettere a nessuno di portarvelo via. Mi avete fatta dannare ma... Vi ho voluto bene bro!👅 #ialprimaformazione #classeseconda #ultimogiornodiscuola #wlevacanze #buonaestate #soulkitchen #tuttasostanza #dituttounpo
  • È arrivato il momento dei saluti anche con questo gruppo! Vi auguro di superare l'esame, ma soprattutto vi auguro di trovare lavoro al più presto. Vi ho portato un po' di Carnia anche in Nigeria, Pakistan, Nepal e Albania e voi avete regalato a me i colori ed i sapori dei vostri paesi! Il cibo come unione, inclusione, condivisione. Col cibo si viaggia e ci si apre, si parla un'unica lingua. #gnocchiallemele #cjalsonsalleerbeconcialdealloliodiprezzemolo #millefoglie #civiform #pipol #addiooarrivederci #dituttounpo #tuttasostanza #soulkitchen #finecorso #cividale
  • Hai mai mangiato il vitello tonnato senza la maionese? Nemmeno io, finché non ho trovato questa ricetta di #antoninocannavacciuolo, molto più adatta all'estate! L'ho preparata insieme ad Alessia, una mia allieva che non sa ancora se vuol fare questo mestiere. Mica tutti i ragazzi sanno subito cosa vogliono fare, però è importante che lo scoprano, perché ognuno di noi ha un 🔥 fuoco dentro. #vitellotonnato #nomaionese #ialudine #bellocopiare #eaercizidistile #soulkitchen #dituttounpo #tuttasostanza
  • Qui cambiamo cucina e cambiamo paesi: siamo in Nigeria e Ghana, mamma Africa. Ma il colore è sempre uno solo. Non vogliono tanto parlare italiano, così facciamo lunghi discorsi in inglese, così faccio un po' di esercizio pure io. Gloria e Queen hanno delle extension meravigliose, si incazzano facilmente e cantano da brivido nei cori gospel. Artù è la solarità impersonificata, la voglia di emergere, la battuta sempre pronta. Il suo sogno è aprire un ristorante al suo paese. Hanno dei segni sui loro corpi, ma non ne vogliono parlare. Certo è che un segno lo lasceranno loro a me: la leggerezza! Bye bye, good Life Friends! #corsidicucinaial #ghana #nigeria #mammaafrica #duramacontenta #nonesistonorazzemapersone #intergrazione #inclusione #coloreunico #soulkitchen #dituttounpo #tuttasostanza
  • Grazie ragazzi perché ho imparato tanto. La semplicità, la serenità con poco, l'attaccamento alle proprie radici. Chissà se ci rivedremo lungo il nostro percorso. Percorso diverso ma noi siamo uguali come nella foto. Non esistono razze, esistono persone. #corsidicucinaial #reanadelrojale #menudeicinquepaesi #bangladesh #pakistan #nepal #afganistan #italia #integrazione #uguaglianza #esamidifinecorso #nonesistonorazzemaesistonopersone #soulkitchen #tuttasostanza #dituttounpo
  • Con o senza frutti di bosco? Poco importa, perché la freschezza della PANNA COTTA in questa giornata afosa potrebbe essere un sostitutivo dal pasto. Bravo il futuro cuoco Sofiane, alunno di seconda, che per mantenersi gli studi lavora. Spesso arriva stanco a scuola per un lavoro che non è il suo, ma presto inizierà la stagione come aiuto cuoco e in terza arriverà sicuramente più stimolato e autonomo. Non so se ci rivedremo, ma ti auguro un futuro brillante senza scorciatoie e sempre illuminato dal tuo sorriso!