Secondi piatti

FILETTINO DI MAIALE ALLA POLVERE DI GALLETTI E AGLIO SELVATICO

ln questa ricetta il filettino in questione è accompagnato dai sapori e dai profumi del sottobosco: i galletti secchi da cui ho ricavato una polvere saporitissima e l’aglio selvatico, chiamato anche aglio Vittorialis, il quale viene raccolto in alta montagna; entrambi questi prodotti li ho scovati da ‘Funghi in Piazza’, a Villa Santina, in piazza Venezia, 10, dove troverete Valentina che saprà consigliarvi al meglio. Vi lascio anche l’indirizzo del sito, per chi volesse visitarlo, così potrete vedere tutti i prodotti proposti: www.funghiinpiazza.it

La nota dolce è data dalla composta di rabarbaro, di cui trovate il procedimento nella precedente ricetta.

 

1- Preparo il filettino: lo privo delle parti bianche con un coltello affilato, lo taglio a medaglioni belli grossi, aggiungo il sale ed il pepe su tutti i lati. Avvolgo le fette di lardo su tutto il bordo dei medaglioni e poi li lego bene con lo spago, lasciand un bel fiocchetto decorativo.

2- Preparo la polvere di galletti macinando i galletti secchi fino a che non diventino proprio una polvere; dopodichè passo sopra le basi dei medaglioni, come se dovessi infarinarli.

3- Procedo alla cottura: in una padella antiaderente soffriggo uno spicchio d’aglio con l’olio evo, rosolo bene il filetto su tutti i lati, aggiungo un pochino di timo fresco tritato e bagno con un goccio di vino bianco; lascio evaporare, tolgo l’aglio e lascio cuocere ancora qualche minuto, facendo attenzione di non cuocerlo troppo, altrimenti diventa stopposo: l’interno dovrebbe rimanere rosato.

4- E’ arrivato il momento di impiattare: adagio le fette di filetto calde, lasciando pure lo spago, in parte aggiungo la composta e alcuni filetti di aglio selvatico; decoro con un rametto di timo e condisco con l’olio di cottura.

what do you think?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

La risposta da Instagram ha restituito dati non validi.