Primi piatti

COUS COUS… MULTIETNICO!

Considerato che ancora non si conosce l’origine precisa del cous cous, si pensa dal nord Africa o dalla Cina, oggi per non offendere nessuno ho fatto un mix di culture, insaporendolo con la salsa di soia.

Questa versione è vegetariana (le verdure che avevo nel frigo), visto il mio periodo ipocalorico, ma nulla vieta di aggiungervi dello spezzatino di agnello o del pesce fresco a piacere.

Se la salsa di soia non vi aggrada, potete sostituirla con del cardamomo, oppure del curry e aggiungervi del peperoncino.

 

1- Metto in una capiente terrina il cous cous, verso sopra lo stesso volume di acqua bollente e lascio che si gonfi.

2- Nel frattempo preparo le verdure: affetto a julienne la cipolla di Tropea, la rosolo nell’olio evo, aggiungo i peperoni rossi e gialli a pezzettini, la carota sempre a pezzettini ed il topinambur; dopo una decina di minuti aggiungo le zucchine della stessa dimensione, aggiungo il sale ed un pizzico di pepe.

3- A parte, in una padella antiaderente, salto, senza alcun condimento, la melanzana affettata a zebra e tagliata a pezzettini e quando è ben rosolata la aggiungo alle altre verdure che nel frattempo saranno cotte.

4- A questo punto incorporo il cous cous precedentemente sgranato con le dita e mescolo bene, cuocendo ancora una decina di minuti a fiamma bassa e condisco con la salsa di soia.

5- Servo tiepido con sopra un filo di olio evo e come decorazione delle carote lesse a fettine, saltate nel burro e noce moscata.

Totsiens! (Arrivederci in africano).

what do you think?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

La risposta da Instagram ha restituito dati non validi.