Contorni

CARCIOFI ALLA FRANCA

Li ho chiamati così perchè ogni volta che li cucino mi ricordano mia mamma, alla quale venivano moto buoni fatti in questo modo semplice, nonostante non fosse particolarmente avezza al cucinare! Ma c’erano alcuni piatti che avevano particolarmente successo in casa, come per esempio la minestra di riso e bieta o i risotti.

Oggi ho scovato al mercato le mame romane che ben si prestano ad essere cucinate in padella e se prestate attenzione, alcune volte le potete trovare anche in sconto! Volendo, le foglie esterne si possono lavare e lessare, per poi berne l’acqua tiepida che fa molto bene all’intestino.

Nel ripieno potete anche aggiungere del lardo, se li preferite più saporiti e se vi avanzano il giorno dopo, li tagliate e condite la pasta.

Se invece volete sapere chi fosse mia mamma Franca, cliccate nella sezione ‘Storie’ e troverete il mio ricordo di lei.

 

1- Prendo i carciofi, taglio il gambo e tolgo almeno due file di foglie, poi con un coltello affilato taglio tutte le punte e rifilo la base dalle parti più coriacee. Allargo con delicatezza i carciofi e li metto a bagno in acqua e limone, questo perchè non diventino neri; i gambi li pelo abbastanza in profondità e li divido in due o tre pezzi, poi li metto nella stessa acqua. Attenzione che per fare tutto questo le mani vi diventeranno nere!

2- Intanto preparo il ‘pistum’ o ripieno: mescolo insieme pangrattato, prezzemolo ed aglio tritato ed un po’ di parmigiano.

3- Scolo i carciofi, li metto su una carta assorbente, poi prendo uno alla volta, gli metto il sale ed il pepe e lo riempio con il ripieno.

4- Prendo una padella che contenga tutti i carciofi senza lasciare buchi o al contrario non troppo stretta di base, metto un filo di olio evo ed uno spicchio d’aglio e adagio i carciofi con la testa all’ingiù, poi metto anche i gambi e rosolo qualche minuto; a questo punto aggiungo il brodo vegetale o dell’acqua tiepida fino a circa metà altezza dei carciofi, chiudo con un coperchio e lascio cuocere circa mezz’ora. Deve rimanere un bel sughetto corposo che accompagnerà i nostri carciofi.

what do you think?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

La risposta da Instagram ha restituito dati non validi.