Contorni

CARCIOFI ALLA FRANCA

Li ho chiamati così perchè ogni volta che li cucino mi ricordano mia mamma, alla quale venivano moto buoni fatti in questo modo semplice, nonostante non fosse particolarmente avezza al cucinare! Ma c’erano alcuni piatti che avevano particolarmente successo in casa, come per esempio la minestra di riso e bieta o i risotti.

Oggi ho scovato al mercato le mame romane che ben si prestano ad essere cucinate in padella e se prestate attenzione, alcune volte le potete trovare anche in sconto! Volendo, le foglie esterne si possono lavare e lessare, per poi berne l’acqua tiepida che fa molto bene all’intestino.

Nel ripieno potete anche aggiungere del lardo, se li preferite più saporiti e se vi avanzano il giorno dopo, li tagliate e condite la pasta.

Se invece volete sapere chi fosse mia mamma Franca, cliccate nella sezione ‘Storie’ e troverete il mio ricordo di lei.

 

1- Prendo i carciofi, taglio il gambo e tolgo almeno due file di foglie, poi con un coltello affilato taglio tutte le punte e rifilo la base dalle parti più coriacee. Allargo con delicatezza i carciofi e li metto a bagno in acqua e limone, questo perchè non diventino neri; i gambi li pelo abbastanza in profondità e li divido in due o tre pezzi, poi li metto nella stessa acqua. Attenzione che per fare tutto questo le mani vi diventeranno nere!

2- Intanto preparo il ‘pistum’ o ripieno: mescolo insieme pangrattato, prezzemolo ed aglio tritato ed un po’ di parmigiano.

3- Scolo i carciofi, li metto su una carta assorbente, poi prendo uno alla volta, gli metto il sale ed il pepe e lo riempio con il ripieno.

4- Prendo una padella che contenga tutti i carciofi senza lasciare buchi o al contrario non troppo stretta di base, metto un filo di olio evo ed uno spicchio d’aglio e adagio i carciofi con la testa all’ingiù, poi metto anche i gambi e rosolo qualche minuto; a questo punto aggiungo il brodo vegetale o dell’acqua tiepida fino a circa metà altezza dei carciofi, chiudo con un coperchio e lascio cuocere circa mezz’ora. Deve rimanere un bel sughetto corposo che accompagnerà i nostri carciofi.

what do you think?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Qualcuno disse che il soufflè è come un soffio di primavera in una sera invernale... Tipo stasera, direi!

Goditi allora questo soffio, regalatelo senza ansie da prestazione, solo fidandoti di me...😋 Buona serata anime golose, prescelte per il girone dei goduriosi!

SOUFFLÉ AI PEPERONI GIALLI CON SALSA ALLE CAROTE... La ricetta sul link blu del mio profilo!

#souffleaipeperonigialliconsalsaallecarote #antipastovegetariano #antipastosano #nullae'impossibile #soulkitchen #dituttounpo #tuttasostanza #colorivivi
  • Stamattina nel bosco ho raccolto questo pezzo di corteccia che mi ha ricordato il camaleonte.

Così dedico questo TIMBALLO DI RICOTTA, SALSA ALLA LATTUGA a tutte le donne e alla festa della donna, perché noi tutte siamo (o dobbiamo essere) un po' camaleontiche, per far fronte a tutti i ruoli.

Mai e poi mai però, succubi del pensiero o del corpo altrui.

#timballodiricottasalsaallalattuga #gualtieromarchesi1990 #antipastodiprimavera #risveglioconleggerezza #piattovegetariano #festadelladonna #ottomarzo #soulkitchen #dituttounpo #tuttasostanza #boscodicarnia
  • Non sono solo una verdura, non sono solo un contorno, ma molto molto di più! 
Poche calorie per un gusto poliedrico che continua con un retrogusto particolare, vellutato, armonico.

Leggi questa semplice ricetta cliccando il link blu sul mio profilo e scoprirai chi è Franca!💖 Buon fine settimana amici cuoconauti!

#carciofiallafranca #contornoitaliano #lamiamamma #ricettavegetariana #ricettaipocalorica #soulkitchen #dituttounpo #tuttasostanza
  • Nel 1999 il nostro poeta Leonardo Zanier scrisse una bellissima storia (vera) sull'incontro tra un friulano ed una algerina.

Dall'unione nacque un figlio che voleva talmente integrarsi nella società che rifiutava le sue origini materne.

Così le insegnanti ebbero la grandiosa idea di far venire la mamma algerina nella scuola del bambino, per far conoscere gli usi e costumi e la gastronomia dell'Algeria... Tra cui il cous cous!

Da qui il mio omaggio di oggi alla multiculturalità: opportunità e non privazione! La ricetta del COUS COUS MULTIETINCO la trovi cliccando il link blu nel mio profilo.

#couscousvegetariano #culturaalgerina #multiculturalita #leonardozanier #poetacarnico #cibocomecultura #soulkitchen #dituttounpo' #tuttasostanza
  • La parola 'blitz' ha spesso un'accezione negativa, qui invece descrive bene questo dolce semplice ma soprattutto veloce!

La instaricetta sul mio blog, cliccando il link blu nel profilo.

Buon weekend amici cuoconauti, ovunque voi siate!💘 #blitzallemele #tortadimele #meledipissebus #dolceitaliano #dolceveloce #instafood #prodottidelterritorio #soulkitchen #dituttounpo #tuttasostanza
  • 'Che tu sia per me il coltello', racconta Grossman in un suo celebre  romanzo epistolare.

Perché le parole possono tagliare quanto un buon coltello.

Perché per conoscere davvero una persona dovresti entrare nelle sue ferite ed invece che giudicare, sentenziare, proclamare... Basterebbe ascoltare.

Io ho aspettato 45 anni per ascoltarmi e capire che era ora di farmi un bel regalo. E appena l'ho cominciato ad usare mi sono chiesta come abbia potuto vivere senza.

Ora sono più pericolosa, ma non perché lui taglia da Dio, ma perché mi sono ascoltata...🙋🙋🙋 #coltellonuovo #venticmdifelicita #knifelife #cosaprincipaleincucina #artegiapponese #chetusiapermeilcoltello #grossman #libribelli #romanzoepistolare #soulkitchen #tuttasostanza #dituttounpo
  • Oggi sono andata in Toscana con una zuppa...del cavolo! La ZUPPA DI CAVOLO NERO! Adoro questo ortaggio accattivante.

Me la vedo stasera, tiepida, in una ciotola, su un divano morbido, col fuoco acceso, una musica soft e un libro che mi piace...🤗🤗🤗 Ok, torniamo alla realtà...bambini urlanti e affamati che non la mangeranno manco se viene Ronaldo a imboccarli, marito in ritardo, musica della pubblicità se va bene, altrimenti la voce assurda del cartone animato Alvin e libro sul comodino in cima alla torre di libri che aspetta di essere aperto prima o poi... That's life. Try the black cabbage soup!

#zuppadicavolonero #primopiattoitaliano #ricettatoscana #vitafamiliare #ronaldo #minestrabuonarustica #soulkitchen #tuttasostanza #dituttounpo
  • Ieri ho fatto un giretto al mercato contadino di Tolmezzo, capoluogo della Carnia, senza idee ben precise, solo con la voglia di qualcosa di buono.

Prima ho comprato il radicchio e poi... Zac! Ecco che ti vedo la casetta dell'#azagmazzoliniecampetti di Invillino! Mi avvicino, vedo tanti lavorati di coniglio, tutti freschissimi e mi compro un coniglio intero disossato, perché mi è venuta in mente una ricetta che non faccio da tempo: ARROSTINO DI CONIGLIO AL LATTE E SALVIA CON PATATE IN TECJA.

Mio figlio dice che i suoi tre migliori amici hanno il coniglio che gira per casa, mentre noi lo mangiamo. Già.
Poi gli ho citato una frase di Rosa Luxemburg: 'Il primo atto rivoluzionario è chiamare le cose con il loro nome'. #arrostinodiconiglioallatteesalvia #patateintecja #secondopiattoitaliano #azagmazzoliniecampetti #rosaluxemburg #soulkitchen #dituttounpo #tuttasostanza #mangiachetipassa